CAE – COMPUTER-AIDED ENGINEERING

Come integrare il CAE nel tuo processo di sviluppo prodotto

Nella scorsa puntata abbiamo visto, con l’esempio del ciclismo, come l’approccio CAE permetta, in maniera sistematica ed efficiente, di risolvere un problema che a prima vista può apparire molto complesso.

Oggi ci spostiamo nella realtà industriale. Quando parliamo di sviluppo prodotto, cosa significa introdurre l’approccio CAE? Che impatto economico ha? Cosa implica per il Time-to-Market?

Per poter rispondere a queste domande, è necessario analizzare nel dettaglio il processo di sviluppo prodotto. Il design di un prodotto è un processo molto complesso, con molteplici obiettivi, requisiti e vincoli, che devono essere tutti soddisfatti perché il prodotto finale abbia successo. I fattori importanti che il progettista deve tenere a mente includono estetica, funzionalità, efficienza dei costi, durata e sicurezza. Mentre il fascino estetico di un prodotto non è quantificabile, gli altri aspetti del design lo sono e possono essere accuratamente testati.

Nel processo di sviluppo prodotto tradizionale, il design iniziale deriva dall’esperienza passata, il che limita la creatività e lascia poco spazio all’innovazione radicale. L’unico modo per garantire la qualità di un tale prodotto è quello di eseguire un alto numero di iterazioni di progettazione fino a quando tutti i criteri sono soddisfatti. Tradizionalmente, questo significa un alto numero di prototipi fisici e una fase di test sperimentali lunga e costosa.

Con l’introduzione del Computer Aided Engineering si ha ancora un processo di progettazione iterativo, ma i giorni, le settimane o i mesi di test sperimentali sono sostituiti da ore o a volte persino minuti di una simulazione.

Un’altra decisione rilevante per il progettista è impiegare la simulazione nella fase giusta del processo di sviluppo del prodotto.

È importante tenere a mente che più ci si avvicina al lancio del prodotto, più le modifiche al progetto diventano costose, a causa del numero crescente di dipendenze nel progetto. Ad un certo punto, l’implementazione di modifiche e miglioramenti minori semplicemente non è più conveniente. Con la simulazione, invece, queste modifiche al design possono essere implementate anche prima che il primo prototipo sia costruito, fin dall’inizio del processo di sviluppo (Frontloading). Questo può potenzialmente risultare in costi più bassi, rischi di fallimento ridotti al minimo, un design più leggero, migliori prestazioni ed esperienza per l’utente finale. Insomma, per essere concisi, si traduce in una maggiore qualità del prodotto.

Dopo aver visto come integrare il CAE nel processo di sviluppo prodotto e a quali vantaggi misurabili può portare, ti sarai chiesto: ma come faccio a sfruttare il CAE se non dispongo delle competenze necessarie in azienda?

Proprio in questi casi possiamo darti una mano e mettere a disposizione la nostra esperienza sul campo della simulazione per accompagnarti durante il processo di sviluppo prodotto, fornendoti puntualmente le competenze nell’ambito CAE di cui hai bisogno. Avere a disposizione un esperto esterno, specializzato nelle simulazioni, spesso si dimostra la scelta vincente perché fa incontrare le esigenze di qualità con quelle di saving economico, non dovendo assorbire direttamente i costi per l’acquisto di software dedicati e per la formazione interna – che nel breve periodo non si tradurrebbero comunque in elevate prestazioni.

Autore: Philippe Senn